Posted by

Giornata mondiale contro l’AIDS 2020: la strada verso il 2030: test diversificati per diagnosticare l’HIV precocemente

Uno degli obiettivi degli obiettivi di sviluppo sostenibile è porre fine all’epidemia di AIDS entro il 2030. Il numero di casi di AIDS segnalati nell’UE / SEE negli ultimi anni mostra tuttavia un problema significativo con la diagnosi tardiva dell’infezione da HIV. Rilevare l’HIV solo anni dopo l’infezione è una delle ragioni della trasmissione in corso in Europa. Un caso di AIDS su quattro si è verificato molto tempo dopo la diagnosi di HIV, indicando un collegamento insufficiente con la cura dell’HIV, l’accesso al trattamento antiretrovirale e il supporto per l’adesione.

Giornata mondiale contro l'AIDS - foto di magliette con nastro rosso

In occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS, il 1 ° dicembre di ogni anno, l’ECDC e l’Ufficio regionale dell’OMS per l’Europa rilasciano gli ultimi dati sull’epidemia di HIV nella regione europea.

La buona notizia sulla strada verso l’obiettivo del 2030: la percentuale di nuove diagnosi di HIV all’anno nei paesi dell’UE / SEE è diminuita del 9% dal 2010 e il numero di persone che vivono con l’HIV non diagnosticato è diminuito.

Tuttavia, una tendenza, osservata in tutta Europa nell’ultimo decennio, è che ogni seconda diagnosi di HIV avviene in una fase avanzata dell’infezione, quando il sistema immunitario ha già iniziato a fallire. Secondo le stime dell’ECDC, ci vogliono in media tre anni dal momento dell’infezione da HIV fino alla diagnosi. Tre anni durante i quali le persone sieropositive non ricevono cure salvavita e durante i quali possono inconsapevolmente trasmettere l’HIV.

La diagnosi tardiva suggerisce problemi persistenti con l’accesso e la diffusione del test e della consulenza per l’HIV in molti paesi. Se l’Europa vuole ridurre l’alta percentuale di persone con diagnosi tardiva, è essenziale diversificare le strategie di test HIV come delineato nella guida ai test dell’ECDC.

La diagnosi precoce dell’HIV è importante in quanto consente un collegamento più rapido alla cura e al trattamento antiretrovirale. Ciò a sua volta aumenta le possibilità delle persone di vivere una vita più lunga e più sana. Allo stesso tempo, un trattamento efficace porta a una carica virale non rilevabile, il che significa che coloro che sono in trattamento efficace contro l’HIV non possono trasmettere il virus.

Cosa si può fare?

Per ridurre il numero futuro di nuove infezioni da HIV, l’Europa deve concentrarsi su tre aree principali:

  1. Dare priorità a misure di prevenzione efficaci e complete come la sensibilizzazione; promozione di rapporti sessuali più sicuri, preservativi e terapia sostitutiva, fornitura di programmi di scambio di aghi e profilassi pre-esposizione per l’HIV;
  2. Fornire servizi di consulenza e test sull’HIV efficienti, inclusi servizi di diagnosi rapida, test HIV basati sulla comunità e test automatici HIV; e
  3. Garantire un rapido accesso a cure e cure di qualità per le persone diagnosticate.

Info: https://www.ecdc.europa.eu/en/news-events/world-aids-day-2020-towards-2030

Share Button
0 0 99 01 dicembre, 2020 Concorsi di idee, Opportunità dicembre 1, 2020

Facebook Comments