Posted by

URBACT III: L’EUROPA FINANZIA LO SVILUPPO URBANO

urbact

 Lunedi 16 marzo 2015 è stato presentato ufficialmente il programma Urbact III di    cooperazione territoriale che promuove lo sviluppo urbano sostenibile finanziato  dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dagli stati membri  dell’Unione Europea.

 Urbact III, approvato dalla Commissione europea lo scorso 19 dicembre 2014  nell’ambito del periodo di programmazione 2014-2020, faciliterà lo scambio di  conoscenze e  buone pratiche tra città ed altri organismi locali, permetterà alle città  europee di lavorare insieme per sviluppare soluzioni alle sfide urbane e  condividere buone pratiche, lezioni apprese e soluzioni con tutti i soggetti  coinvolti nelle politiche urbane di tutta Europa.

  Il programma Urbact nasce nel 2002 con l’intento di costituire tra le città europee una rete di collaborazione e scambio di conoscenze, buone pratiche e politiche vincenti in risposta alle sfide urbane sempre più complesse a cui gli amministratori devono far fronte ogni giorno, integrando la dimensione sociale, economica ed ambientale.

Urbact si presenta, quindi, come uno strumento che l’Unione Europea lascia in dotazione alle amministrazioni cittadine perché vengano implementate le strategie di Lisbona e Goteborg, elaborate con l’obiettivo di promuovere un approccio integrato e sostenibile alla crescita urbana.

Il programma, finanziato con una dotazione di € 96.324.550 (€ 74.301.909 Fers e 22.022.641 di fondi nazionali), copre tutti i 28 paesi membri dell’Unione europea, nonché due paesi come Norvegia e Svizzera.

Urbact è uno dei pochi programmi europei ad aver aumentato la sua dotazione finanziaria del 40% rispetto all’edizione precedente, per un totale di 74 milioni di euro, dato che conferma l’importanza sempre più determinante di tematiche come la mobilità urbana, l’innovazione, l’inclusione, la sostenibilità ambientale, economica, sociale.

A proposito del lancio di URBACT III Corina Cretu, Commissaria europea per la politica regionale, ha dichiarato: “La dimensione urbana è al centro della politica di coesione. Creare posti di lavoro, garantire buone condizioni di vita, migliorare l’efficienza energetica dell’edilizia abitativa o sviluppare trasporti sostenibili: le città d’Europa si devono occupare di questi problemi. Il lavoro di URBACT nella condivisione delle conoscenze e nello sviluppo di capacità delle città è dunque più importante che mai”.

Segnaliamo infine il Festival Urbact City che si svolgerà a Riga dal 6 all’8 maggio 2015 e per il quale sono aperte le iscrizioni in questi giorni.

 

Share Button
0 0 1498 18 marzo, 2015 UE - Economia marzo 18, 2015

Facebook Comments